Le diverse frequenze in musica

12.12.2019

Come la musica influenza la mente ed il nostro corpo...

Nel 2004, la Robert Wood Johnson Foundation ha pubblicato un rapporto basato su 600 studi che dimostrano che l'uso del suono e dell'abbinamento della luce in modo personalizzato può avere un effetto entusiasmante. Da quel momento, sempre più ospedali e altre strutture, soprattutto all'estero ma anche in Italia, hanno incorporato la musica come parte di uno sforzo per creare nuovi ambienti di guarigione olistica, dimostrando di essere un prezioso nel trattamento del trauma, di malattie comuni , contro la noia o l'irrequietezza l'esaurimento o l'affaticamento, utilizzata anche tra gli operatori sanitari.

Ascoltare musica a 432Hz risuona nel nostro corpo, libera blocchi emotivi e espande la nostra coscienza. 432 Hz ci consente di sintonizzarci sulla saggezza dell'Universo, sulla Divina Intelligenza e sulla nostra Anima. Crea Unità invece di separazione. Espande i nostri cuori e ci rende più compassionevoli e amorevoli. Una cosa è certa. Una persona che risuona d'amore ha una pace interiore - e questo è il punto di partenza per un mondo dove vivere in unità pace armonia con se stessi l'altro e Madre Terra.

La scienza moderna ha iniziato a riconoscere ciò che gli antichi mistici e saggi ci hanno detto per secoli; Che tutto è in costante stato di vibrazione. Tutto fino alla più piccola particella fisica per le cose che non possiamo percepire con i nostri (ancora) sensi limitati. Lo stato di vibrazione più elementare è quello del suono. Tutto ha una gamma ottimale di vibrazioni (frequenza), e quella frequenza è chiamata risonanza. Quando siamo in risonanza, siamo in equilibrio. Ogni organo e ogni cellula del nostro prezioso corpo assorbe ed emette suoni con una particolare frequenza di risonanza ottimale. La musica accordata a 432 Hz e 528 Hz crea risonanza nel nostro corpo fisico, mentale, emotivo e spirituale.

Solfeggio 528 Hz - Secondo il Dr. Leonard Horowitz, 528 Hertz è una frequenza centrale per la "matrice matematica musicale della creazione". Più di ogni suono scoperto in precedenza, la "frequenza dell'AMORE" risuona al centro di tutto. Collega il tuo cuore, la tua essenza spirituale, alla realtà a spirale del cielo e della terra. Usato per restituire il DNA umano al suo stato originale e perfetto con un aumento della quantità di energia vitale, chiarezza della mente, consapevolezza, creatività risvegliata o attivata, stati estatici come profonda pace interiore, danza e celebrazione.

Ma perchè acoltiamo musica a 440 Hz?

Tale frequenza è stata adottata come standard mondiale solo una sessantina di anni fa; sappiamo che in passato l'accordatura delle orchestra cambiava di città in città, a volte anche da orchestra a orchestra nella stessa città. A partire dal XVIII secolo, e nei fatti fino agli anni '40 del '900, tutti i testi di fisica, suono e musica americani ed europei, segnalavano come "accordatura fisica" o "scientifica" 432 hz.

La recente riscoperta della vera natura della energia vibrazionale indica che l'uso di messa a punto a 440 Hz genera un effetto intenzionale malsano destinato all'ambiente e agli esseri viventi. Questo produce un cambiamento rispetto alle leggi di natura, di 8 Hz, sia nel modo in cui pensiamo e sia come il nostro DNA regola il nostro patrimonio genetico. Il tono LA = 432Hz, è il fondamento della musica, il disegno intelligente nella natura ha una base armonica a 432 vibrazioni al secondo.

Il primo tentativo di settare l'accordatura allo standard di 440 hz in tutto il mondo fu promosso in una conferenza internazionale tenutasi a Londra nel 1939, dal gerarca nazista Joseph Goebbels. Goebbels aveva già fatto approvare tale accordatura come standard per la Germania, ma era già diffusa ai tempi delle bande militari del periodo wagneriano. Secondo alcuni studiosi la scelta dei 440 hz era frutto di ricerche commissionate dalla fondazione Rotschild/Rockfeller: fu notato che 432 hz generalmente rilassavano gli animi, mentre 440 hz erano in grado di scatenare reazioni maggiormente violente tra le truppe di soldati.

In Italia la legge n. 170 del 3 maggio 1989 stabilisce che "il suono di riferimento per l'intonazione di base degli strumenti musicali è la nota La³, la cui altezza deve corrispondere alla frequenza di 440 Hertz (Hz), misurata alla temperatura ambiente di 20 gradi centigradi."

Quindi il mio consiglio personale è di prediligere sempre musica accordata con frequenze diverse da 440 Hz in base alle vostre esigenze.

Carmen