Canapa ed alimentazione naturale

16.11.2018

CANAPA E ALIMENTAZIONE NATURALE

Seguendo un'alimentazione naturale vegetariana e facendo piani alimentari anche per vegani, mi sono ritrovata spesso nella condizione di inserire semi di canapa sativa nei miei consigli.

Sempre di più questa pianta, in particolar modo i semi, viene utilizzata nell'alimentazione per il suo alto apporto proteico (20-25%) e a differenza di altri alimenti, non devono essere per forza associati con cereali o legumi, perchè vengono annoverati come alimenti proteici completi. Così come l'olio si consiglia di utilizzarli a crudo per mantenere intatte tutte le fantastiche qualità che possiedono.

I semi di canapa sativa possiedono un sapore simile alla nocciola, sono facilmente digeribili e adatti ad un regime vegano o vegetariano,essi sono infatti considerati un alimento completo. Sono composti per un quarto da elementi proteici, in una combinazione unica rispetto a gran parte degli alimenti vegetali, contengono infatti fino a 8aminoacidi essenziali per la sintesi delle proteine. Gli aminoacidi essenziali che essi contengono sono: leucina, isoleucina, fenilalanina, lisina, metionina, treonina, triptofano e valina. Oltre agli aminoacidi contengono acidi grassi Omega 3 e Omega 6 e sono una fonte naturale di sali minerali come potassio, calcio, ferro e magnesio, inoltre contengono diverse vitamine soprattutto del gruppo E. I semi di canapa aiutano a rinforzare l'apparato muscolare, il sistema immunitario ed il sistema nervoso. La presenza di acidi polinsaturi rende questo alimento un valido alleato per prevenire problemi cardiovascolari, colesterolo, disturbi legati all'apparato respiratorio e disturbi della pelle.

Vi sono ulteriori impieghi che riguardano i semi di canapa. Essi vengono infatti macinati finemente per ottenere la relativa farina, vengono utilizzati nella preparazione di latte di semi di canapa, ma anche del tofu di canapa (hemp-fu), una variante del tofu classico a base di fagioli di soia gialla, oltre che di seitan ai semi di canapa.

I semi di canapa vengono inoltre utilizzati nella preparazione dell'olio di canapa. Si tratta di una tipologia di olio da utilizzare a crudo nel condimento delle pietanze. L'olio di semi di canapa mantiene le proprietà dei semi stessi, risultando altrettanto ricco di acidi grassi essenziali. L'olio di semi di canapa viene spremuto a freddo affinché le sue proprietà non vadano perdute. Abbassa i livelli ematici di colesterolo e trigliceridi, diminuisce il grado di aggregazione piastrinica ed è protettivo dopo un danno al miocardio. Esso viene utilizzato in ambito alimentare e risulta molto gradevole, ma può essere impiegato anche in ambito cosmetico, per il nutrimento della pelle e per effettuare dei massaggi. Spesso utilizzo questo olio nei miei trattamenti decontratturanti, lavorando in sinergia con l'olio di arnica aiuta a distendere la muscolatura.

In commercio oltre ai semi di canapa e l'olio spremuto a freddo, esistono ormai vari sottoprodotti come farina,dolci e barrette per sportivi, pasta, sughi e pesti, pane e derivati.

Alla domanda che spesso si sentono porre i vegani sul dove prendano le proteine, sicuramente quella dei semi di canapa è la risposta migliore!

Ovviamente per uno stile di vita sano ed una alimentazione naturale concorrono altri fattori essenziali tra cui una disintossicazione profonda, molti bagni di sole, una respirazione corretta, meditazione, movimento ed un percorso di crescita personale.

Tutto ciò che è descritto in questo articolo non vuole in alcun modo sostituirsi a pareri o cure mediche.

Carmen Forgione Operatrice Olistica, Vegan&Vegetarian coach, Life coach ai sensi di legge 4/2013